Florestanet

Usi e Costumi

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Cookie

Informativa sull’uso dei cookie

Il sito web utilizza cookie e tecnologie simili per garantire il corretto funzionamento delle procedure e migliorare l’esperienza di uso delle applicazioni online. Il presente documento fornisce informazioni dettagliate sull’uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati da e su come gestirli.

Definizioni

I cookie sono brevi frammenti di testo (lettere e/o numeri) che permettono al server web di memorizzare sul client (il browser) informazioni da riutilizzare nel corso della medesima visita al sito (cookie di sessione) o in seguito, anche a distanza di giorni (cookie persistenti). I cookie vengono memorizzati, in base alle preferenze dell’utente, dal singolo browser sullo specifico dispositivo utilizzato (computer, tablet, smartphone).

Tecnologie similari, come, ad esempio, web beacon, GIF trasparenti e tutte le forme di storage locale introdotte con HTML5, sono utilizzabili per raccogliere informazioni sul comportamento dell’utente e sull’utilizzo dei servizi.

Nel seguito di questo documento faremo riferimento ai cookie e a tutte le tecnologie similari utilizzando semplicemente il termine “cookie”.

 

Tipologie di cookie

In base alle caratteristiche e all’utilizzo dei cookie possiamo distinguere diverse categorie:

Cookie strettamente necessari.

Si tratta di cookie indispensabili per il corretto funzionamento del sito sono utilizzati per gestire il login e l’accesso alle funzioni riservate del sito. La durata dei cookie è strettamente limitata alla sessione di lavoro (chiuso il browser vengono cancellati), volti a riconoscere, per tale limitato periodo, il computer del visitatore – attraverso un codice alfa-numerico generato alla prima sessione di accesso – in modo da riproporgli il risultato del test effettuato dall’utente. La loro disattivazione compromette l’utilizzo dei servizi accessibili da login. La parte pubblica resta normalmente utilizzabile.

Cookie di analisi e prestazioni.

Sono cookie utilizzati per raccogliere e analizzare il traffico e l’utilizzo del sito in modo anonimo. Questi cookie, pur senza identificare l’utente, consentono, per esempio, di rilevare se il medesimo utente torna a collegarsi in momenti diversi. Permettono inoltre di monitorare il sistema e migliorarne le prestazioni e l’usabilità. La disattivazione di tali cookie può essere eseguita senza alcuna perdita di funzionalità.

Cookie di profilazione.

Si tratta di cookie permanenti utilizzati per identificare (in modo anonimo e non) le preferenze dell’utente e migliorare la sua esperienza di navigazione.

Cookie di terze parti

Visitando un sito web si possono ricevere cookie sia dal sito visitato (“proprietari”), sia da siti gestiti da altre organizzazioni (“terze parti”). Un esempio notevole è rappresentato dalla presenza dei “social plugin” per Facebook, Twitter, Google+ e LinkedIn. Si tratta di parti della pagina visitata generate direttamente dai suddetti siti ed integrati nella pagina del sito ospitante. L’utilizzo più comune dei social plugin è finalizzato alla condivisione dei contenuti sui social network.

La presenza di questi plugin comporta la trasmissione di cookie da e verso tutti i siti gestiti da terze parti. La gestione delle informazioni raccolte da “terze parti” è disciplinata dalle relative informative cui si prega di fare riferimento. Per garantire una maggiore trasparenza e comodità, si riportano qui di seguito gli indirizzi web delle diverse informative e delle modalità per la gestione dei cookie.

Facebook informativa: https://www.facebook.com/help/cookies/

Facebook (configurazione): accedere al proprio account. Sezione privacy.

Twitter informative: https://support.twitter.com/articles/20170514

Twitter (configurazione): https://twitter.com/settings/security

Linkedin informativa: https://www.linkedin.com/legal/cookie-policy

Linkedin (configurazione): https://www.linkedin.com/settings/

Google+ informativa: http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/cookies/

Google+ (configurazione): http://www.google.it/intl/it/policies/technologies/managing/

 

Google Analytics

Il Nostro sito-web include anche talune componenti trasmesse da Google Analytics, un servizio di analisi del traffico web fornito da Google, Inc. (“Google”). Anche in questo caso si tratta di cookie di terze parti raccolti e gestiti in modo anonimo per monitorare e migliorare le prestazioni del sito ospite (performance cookie).

Google Analytics utilizza i “cookie” per raccogliere e analizzare in forma anonima le informazioni sui comportamenti di utilizzo del sito web (compreso l’indirizzo IP dell’utente). Tali informazioni vengono raccolte da Google Analytics, che le elabora allo scopo di redigere report riguardanti le attività sul sito web stesso. Google non associa l’indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google né cerca di collegare un indirizzo IP con l’identità di un utente. Google può anche comunicare queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google.

Per ulteriori informazioni, si rinvia al link di seguito indicato:

https://www.google.it/policies/privacy/partners/

L’utente può disabilitare in modo selettivo l’azione di Google Analytics installando sul proprio browser la componente di opt-out fornito da Google. Per disabilitare l’azione di Google Analytics, si rinvia al link di seguito indicato:

https://tools.google.com/dlpage/gaoptout

 

Durata dei cookie

Alcuni cookie (cookie di sessione) restano attivi solo fino alla chiusura del browser o all’esecuzione del comando di logout. Altri cookie “sopravvivono” alla chiusura del browser e sono disponibili anche in successive visite dell’utente.

Questi cookie sono detti persistenti e la loro durata è fissata dal server al momento della loro creazione. In alcuni casi è fissata una scadenza, in altri casi la durata è illimitata.

Gestione dei cookie

L’utente può decidere se accettare o meno i cookie utilizzando le impostazioni del proprio browser.

Attenzione: la disabilitazione totale o parziale dei cookie tecnici può compromettere l’utilizzo delle funzionalità del sito riservate agli utenti registrati. Al contrario, la fruibilità dei contenuti pubblici è possibile anche disabilitando completamente i cookie.

La disabilitazione dei cookie “terze parti” non pregiudica in alcun modo la navigabilità.

L’impostazione può essere definita in modo specifico per i diversi siti e applicazioni web. Inoltre i migliori browser consentono di definire impostazioni diverse per i cookie “proprietari” e per quelli di “terze parti”.

A titolo di esempio, in Firefox, attraverso il menu Strumenti->Opzioni ->Privacy, è possibile accedere ad un pannello di controllo dove è possibile definire se accettare o meno i diversi tipi di cookie e procedere alla loro rimozione.

Chrome: https://support.google.com/chrome/answer/95647?hl=it

Firefox: https://support.mozilla.org/it/kb/Gestione%20dei%20cookie

Internet Explorer: http://windows.microsoft.com/it-it/windows7/how-to-manage-cookies-in-internet-explorer-9

Opera: http://help.opera.com/Windows/10.00/it/cookies.html

Safari: http://support.apple.com/kb/HT1677?viewlocale=it_IT

L’utente può bloccare o limitare la ricezione di cookies attraverso le opzioni del proprio browser.

Su Internet Explorer, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni Internet”. Infine accedere alle impostazioni della scheda “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.

Su Firefox, cliccare sulla voce “Strumenti” della Barra dei menù e poi sulla sottovoce “Opzioni”. Infine accedere alle impostazioni della voce “Privacy” per modificare le preferenze relative ai cookies.

Su Chrome, digitare “chrome://settings/content” nella barra degli indirizzi (senza virgolette) e modificare le impostazioni relative ai cookies come si desidera.

Su Safari, selezionare la voce “Preferenze” e poi scegliere “Privacy”. Nella sezione Blocca Cookie specificare come Safari deve accettare i cookie dai siti internet.

Se si usa Safari su dispositivi portatili, come iPhone e iPad, è necessario invece agire in questo modo: andare sulla voce “impostazioni” del dispositivo e in seguito trovare “Safari” sul menù di sinistra. Da qui, alla voce “Privacy e sicurezza”, sarà possibile gestire le opzioni sui Cookie.

Ogni cultura ha i suoi appuntamenti sia religiosi che pagani.

Il 12 giugno di un tempo non molto lontano, tanto da resistere ancora nella memoria degli anziani, gruppetti di Florestani giravano a piedi per il paese con "i vertuli" (bisacce) cariche di prodotti della terra e dell'attività pastorizia, donati dai paesani per il santo. Era per S. Antonio da Padova, che si festeggia il 13 giugno. Mano mano che i vertuli si riempivano venivano svuotati nella dispensa della chiesa e la questua ricominciava finché tutto il paese era stato girato.
La generosità dei paesani era risaputa e il santo poteva stare tranquillo: la festa sarebbestata ricca e bella. Gli allevatori, che ancora adesso costituiscono la categoria più produttiva di Floresta, offrivano la cosiddetta "mungiuta", cioè tutto il latte della mungitura del giorno delle loro bestie per il santo.
Nei giorni 11 e 12 si teneva una grande fiera del bestiame cui partecipavano decine di allevatori dei Nebrodi. Adesso il santo continua ad essere festeggiato, ma alcuni di questi antichi riti sono scomparsi o sono cambiati.
La vita di Floresta era ed è scandita dalle feste e dalle fiere, nella bella stagione e il 26 luglio arriva la festa più bella del paese: "S. Anna".
Anche per S. Anna si praticava e si pratica tuttora la questua nei giorni che precedono la festa e qualche giorno prima si tiene ancora una grande fiera del bestiame, un'occasione ancora per mettere in mostra le bestie più belle, intrecciare rapporti economici e realizzare qualche buon affare.
I bovini la fanno naturalmente da padrone, ma non mancano gli ovini, i cavalli, i famosi sanfratellani, asini, muli e altri animali. Sembra un grande zoo all'aperto.
Il corso principale diventa un bazar ricco e coloratissimo con interessanti banconi carichi di attrezzi e oggetti di rame, cuoio, ferro, ottone, legati alla pastorizia; grandi campanacci con collari in legno finemente cesellati a mano per i bovini, attrezzi per tosate, per mungere, per la lavorazione del latte e così di seguito.
Tradizionale manifestazione di S. Anna è anche "a 'ntinna" ,uno dei momenti più originali della festa, e anche dei più antichi tanto che i vecchi la ricordano sempre.
La tradizione voleva che i membri della commissione per la Festa di S. Anna guidassero una sorta di spedizione composta da volenterosi e qualche pariglia di buoi nel bosco il pomeriggio del 23 luglio, dopo che la fiera del bestiame chiudeva i battenti. I più esperti sceglievano un pioppo che avesse un tronco dritto e alto poco più di 20 metri, poi si abbatteva a colpi di accetta e lo si trasportava , trainato da buoi fino alle porte del paese al Serro Marchese. Dopo l'abbattimento era consuetudine una grande "mangiata" nel bosco per tutti i partecipanti a base di provole, pane di casa e vino; era già una festa.
L'operazione successiva prevedeva il taglio della chioma di un grande agrifoglio che veniva inchiodata con lunghi chiodi e vecchi cerchi di botte alla cima del pioppo di modo che il tutto raggiungesse i 26 metri. Il numero 26 (giorno della festa di S. Anna) era d'obbligo anche nel numero di provole legate e inchiodate in cima all'antenna.
Le provole, regalate dagli allevatori di Floresta, venivano legate all'albero in una sorta di rito e l'operazione era motivo di prestigio per tutti coloro che erano invitati a parteciparvi.
Nel momento in cui occorreva alzare l'antenna, lo spiazzo brulicava di paesani che si davano da fare con corde, scale, forcelle e la forza delle braccia "spingiri 'a'antinna" non era affatto facile, era richiesta forza e abilità.
Un tempo la gara era più varia e entusiasmante. Aveva inizio con due corse, una riservata ai ragazzi e una ai più grandi, da un punto prestabilito fin sotto l'antenna ; ai primi arrivati di ciascuna gara toccavano in premio le prime due provole.
Dopo le corse aveva luogo "a pitrulata"; con lanci forti e precisi di pietre ogni partecipante provava a far cadere qualche provola e qualcuno ci riusciva.
Per le provole che restavano in cima, ed erano tante, i pochi florestani che possedevano un fucile provavano a farne cadere ancora qualcuna.
Alla fine, l'ultima fase della gara, che era la più affascinante e anche la più pericolosa: i paesani provavano a scalare i 26 metri dell'antenna lungo il tronco del pioppo che era stato abbondantemente spalmato di grasso di pecora. Solo pochi riuscivano nell'impresa.
La cosiddetta"mungiuta i S. Anna", la raccolta del latte per la festa; "l'a'ntinna", erigere il pioppo di 26 metri, sono scomparsi, ma la processione è sempre bella e raccoglie attorno al fecolo tutto il paese.
Il 19 settembre S. Giuseppe, santo lavoratore per eccellenza, tanto da meritarsi una festa nella bella stagione, l'ultima grande festa prima di Natale.
Nei giorni 17 e18 che precedono la festa non poteva mancare l'ultima grande fiera del bestiame prima che l'inverno imbianchi i pascoli di candida neve e spinga i pastori verso valle.
La festa si tiene in settembre e sembra una buona "scusa" per tenere quest'ultima fiera, ma le tradizioni più autentiche legate al padre dei santi sono quelle di marzo quando ancora gli ultimi freddi invitano a buoni piatti di fave cotte e a gustare i tradizionali "panuttedda i San Giuseppi" (pagnotte di San Giuseppe).
Un tempo, le famiglie che avevano fatto voto al santo preparavano i panuttedda e la voce correva per le stradine del borgo fino alle orecchie dei ragazzini che la mattina del 19 sapevano perfettamente a chi presentarsi per avere in dono un panutteddu. Adesso si preparano ancora ma, ci raccontano con tono di mestizia, si preparano in panificio: i bimbi ne fanno ancora scorpacciate, ma non è la stessa cosa.